Come è un’operativa di grandine Lever Touch vista dall’interno. Intervista a Sarra. 1

Come è un’operativa di grandine Lever Touch vista dall’interno. Intervista a Sarra.

Ciao Sarra, qual è il tuo ruolo in Lever Touch?
Ciao, sono il responsabile dello sviluppo commerciale in Francia.

Qual è stata il tuo percorso prima di entrare a far parte dell’azienda?
Ho lavorato nel settore della grandine per 4 anni, in precedenza ho lavorato nell’area commerciale dell’industria automobilistica, e ciò mi ha dato l’opportunità di lavorare in un settore che mi appassiona.

“Sappiamo cosa hai fatto l’estate scorsa”, ma raccontaci qualcosa in più.
Quest’ estate ho lavorato su diversi progetti, tutti molto interessanti. Abbiamo avuto tre casi differenti: nel primo, abbiamo riparato veicoli di un concessionario; nel secondo, abbiamo lavorato sulla flotta di un gruppo automobilistico e sui veicoli privati dei suoi clienti, e nella terza abbiamo creato una piattaforma di servizi per le compagnie che assicurano i veicoli privati.

A quante operative di riparazione hai partecipato? E dove si sono svolte?
Ho partecipato a 3 operative di riparazione. La prima era a Tolosa, la seconda a Epinal, nel nord-est della Francia, e il terzo a Limoux, a 30 km da Carcassonne, nel sud-est della Francia.

In quanto tempo siete intervenuti dal momento che siete stati informati della catastrofe?
Siamo intervenuti prima che fossero trascorse 24 ore da quando siamo stati informati dell’evento climatico.

Cosa hai trovato una volta arrivata sul luogo del sinistro?
Analizziamo il tipo di grandine e verifichiamo il danno causato dall’evento.

Quale è stato esattamente il tuo ruolo?
In primo luogo, il mio ruolo è stato quello di rassicurare il cliente, poiché nella maggior parte dei casi, i clienti non sono preparati ad eventi di questo tipo. Ho dovuto analizzare il numero di veicoli danneggiati e il luogo in cui avremmo dovuto svolgere il lavoro. Dobbiamo sempre adattare i nostri servizi logistici e il personale in base al luogo di ciascun progetto.

hail operation

Quante persone facevano parte del tuo Team?
Nelle due sedi operative di Tolosa, abbiamo impegnato 14 tecnici PDR, 4 smontatori, un direttore tecnico e un coordinatore. A Limoux abbiamo creato una piattaforma per compagnie assicurative con 5 persone.

Che tipo di riparazioni sono state effettuate e quanti veicoli sono stati riparati?
A Tolosa, abbiamo riparato 788 auto in 13 giorni, un’operazione 100% PDR. Attualmente sto lavorando a Limoux, dove le compagnie assicurative hanno affidato a Lever Touch la gestione integrale dei sinistri ed abbiamo già riparato più di 300 veicoli privati. A Limoux, le tempeste di grandine hanno causato gravi danni ai veicoli, quindi abbiamo creato una piattaforma di lavoro che include una cabina di verniciatura mobile … una vera e propria carrozzeria mobile. Lì i veicoli vengono ispezionati e valutati dai periti delle compagnie assicurative, effettuiamo le riparazioni PDR, cambiamo le parti che devono essere sostituite, porte, cofani, parabrezza … e poi verniciamo.

Quanto tempo è durato tutto il processo di riparazione fino alla consegna dell’ultimo veicolo?
Il processo dipende dalla tipologia di sinistro. La riparazione di veicoli privati richiede un po’ ‘ più di tempo rispetto alla riparazione delle auto di un concessionario, perché in questo caso i veicoli si trovano già sul posto. Quando le auto sono di privati, dobbiamo contattare i proprietari e fissare due appuntamenti, uno per valutare il danno che il veicolo ha subito e un altro per effettuare la riparazione. Durante il periodo in cui il veicolo è fermo in riparazione, mettiamo a diposizione del cliente un veicolo di cortesia. Il processo di riparazione può durare da 1 a 5 giorni se il veicolo richiede lavori di carrozzeria.

Quale è stata la reazione dei clienti che vi hanno visto lavorare?
Sono rimasti positivamente colpiti dalla nostra reattività, organizzazione, logistica e adattabilità. Per noi, ogni cliente è diverso, ogni tempesta di grandine è diversa, ed è per questo che i nostri servizi sono personalizzati e adattati a ciascuna esigenza.

Se dovessi definire con tre parole l’azienda Lever Touch, quali sarebbero?
Qualità, innovazione, ambizione.

Siete pronti per la prossima stagione? Quali sono le tue aspettative per il 2019?
Siamo sempre pronti a intraprendere nuove sfide. Per il 2019, quello che mi auguro è che la nostra società diventi la numero uno a livello mondiale e un punto di riferimento nel campo della gestione di sinistri. Noi non ci fermiamo ai risultati ottenuti, continuiamo ad imparare, a crescere e ad innovare.