Il cambiamento climatico e l’aumento del numero di danni da grandine nei veicoli

Home / Generale / Il cambiamento climatico e l’aumento del numero di danni da grandine nei veicoli

Il cambiamento climatico e l’aumento del numero di danni da grandine nei veicoli

Già da tempo esistono studi ed evidenze statistiche sufficienti per affermare che il cambiamento climatico è una realtà. Non si tratta di un fenomeno che succederà in futuro ma di qualcosa che sta succedendo in questo momento.

Tantomeno ci sono dubbi che la meteorologia è influenzata da questo processo, e, anche se siamo ben lontani da poter delimitare con precisione in che misura, una relazione del Munich Re indicava, nel 2012, alcune tendenze che sono state poi confermate negli anni successivi.

Di fronte all’assenza di variazioni nel comportamento dei terremoti, delle attività vulcaniche, tsunami e altri eventi di natura geologica, l’impatto del cambiamento climatico sui fenomeni idrometeorologici, come inondazioni o tempeste è evidente osservando la sua evoluzione dal 1980:

levertouch-blog-number-natural-disasters

Una prima conclusione suggerirebbe che le compagnie assicurative siano state necessariamente interessate da questa tendenza, che aumenta i rischi di danni causati da eventi atmosferici e più concretamente, aumenta le devastazioni prodotte dalla grandine sui veicoli.

Perché il cambio climatico aumenta il rischio di danni da grandine nelle automobili

Spiegato in modo semplice, la grandine è un fenomeno atmosferico che ha luogo all’interno dei cumulonembi, principali responsabili dei temporali. Le correnti interne esistenti in questa nube fanno salire le gocce d’acqua ad altezze tali che la temperatura è sufficientemente bassa da congelarle; a partire da una determinata dimensione, il loro peso le fa cadere a terra e causare danni più o meno gravi a seconda del calibro che hanno raggiunto.

La citata relazione di Munich Re, come molti altri, include dati relativi al riscaldamento globale e la sua incidenza in diverse parti del mondo:

levertouch-blog-global-climate-change

Una delle conseguenze di questo aumento delle temperature è l’aumento della soglia che produce il congelamento delle gocce, il che, in linea di principio, non costituirebbe un fattore favorevole all’apparizione della grandine. Tuttavia, il riscaldamento introduce anche più energia nel sistema e provoca un’evaporazione più intensa che apporta maggior quantità di vapore acqueo nell’atmosfera, e tutto ciò facilita la formazione di temporali e grandinate.

Le conclusioni più recenti: temporali più intensi e grandine di calibro maggiore

Gli ultimi lavori sull’argomento, come quello pubblicato in Nature Climate Change nel 2017, sono andati un po’ oltre, studiando il comportamento della grandine alle temperature previste per i prossimi anni.

È una linea che punta più sull’intensità che sulla frequenza, e segnala una tendenza per la quale, le tempeste nel Nord America, territorio particolarmente interessato dal fenomeno, diminuiscono in termini di assiduità, con un aumento notevole della dimensione della grandine e, di conseguenza, un aumento dei potenziali danni alle automobili.

In ogni caso, sembra esserci un consenso sul fatto che i sinistri provocati dalle grandinate e le enormi quantità di riparazioni alle carrozzerie che si prevedono, incrementeranno a causa del cambiamento climatico. Il rischio materiale ed economico, già notevole in certe aree geografiche, crescerà e sarà necessario intervenire.

Evidentemente, un fattore determinante per il quale le ammaccature dei veicoli siano di maggior o minor gravità è la dimensione della grandine, così come illustra l’immagine seguente:

 

levertouch-blog-hail-scale

Il processo ambientale verso cui andiamo sembra portare ad un aumento del calibro della grandine nel breve e medio termine. Davanti l’abbondanza di prove, studi e conclusioni dei meteorologi professionisti, e di fronte alle cifre spaventose di danni materiali ed economici prodotti dal fenomeno anno dopo anno, non risulta solo prudente che la rete di carrozzerie e le compagnie assicurative si preparino per far fronte a questo incremento; risulta semplicemente indispensabile.

Poter contare su un partner di garanzia nel settore dell’automotive come Lever Touch, formato da professionisti con le più alte qualifiche e specializzazioni in sinistri causati da grandine, assicura una risposta efficace davanti l’imprevedibilità del fattore meteorologico e permette di affrontare il futuro con la certezza di essere adeguatamente preparati.

 

Recent Posts

Leave a Comment

Lever Touch EE.UU.2017